La questione dei sequestri (o comunque sottratti da situazione di maltrattamento) è un grosso peso per l'associazione e il bilancio. In Italia i cavalli sono considerati beni, per cui come beni vengono trattati. Non sono esseri che provano dolore o paura o disperazione, sono solo oggetti. Sì, potrebbe apparire come retorica ma è la verità. La legge ha il dovere di proteggere un essere vivente come tale, per cui diversamente da un oggetto inanimato e soprattutto ha il dovere di aiutare e supportare il volontariato che si impegna e si sacrifica per cercare di salvare i cavalli che sono stati rubati, maltrattati o schiavizzati.
Quando l'associazione diventa custode legale di questi cavalli, trasporto e sostentamento, cure e mascalcia saranno a proprio carico e vi sarà sempre l'incertezza che giustizia sarà fatta, ovvero non vi sarà mai alcuna garanzia che il cavallo rimanga in mani sicure e che non torni all'inferno.
Molti sono i soggetti senza regolare microchip, libretti, e test. Sono anime vaganti che hanno un passato orribile con un presente e un futuro ancora piu incerto.
Noi siamo ben felici di aiutare gli organi preposti a fermare tutto ciò e a ridare loro una vita, ma maggiore supporto sarebbe opportuno, soprattutto economico e logistico.
animaequina@gmail.com
AnimaEquina no profit
IBAN Monte dei Paschi di Siena: IT60I0103072010000000086441
Codice BIC-SWIFT: PASCITM1S74

Paypal: animaequina@gmail.com

POSTEPAY impresa: 4176 3106 6454 9675
Susanna Rinaldi (leg. rappresentante)
Questi sono una parte dei 15 tra cavalli e asini che abbiamo preso custodia provenienti dal sud, li abbiamo dovuti portare nei nostri centri o presso privati che si sono offerti di ospitarli. In totale tra viaggi e cure abbiamo speso circa 3000 euro.
Questi cavallini sono solo una parte di uno "stock" di mini trotter (l'altezza varia da 125 cm a 150 cm) che avremmo duvuto assolutamente sistemare. Quello che vedete in queste foto, è una delle realtà che noi di AnimaEquina affrontiamo ogni giorno, purtroppo. Siamo riusciti ad assegnarne una decina (di 40). Dopodichè è stato tutto interrotto poichè le condizioni dei cavalli sono state ritenute idonee ed accettabili...
Gli 8 cavallini del sequestro nel Lazio. Sono stati tutti dati in affidamento nonostante le difficoltà burocratiche. Ringraziamo Luca Bisti che ci ha aiutati in questa lunga via crucis che abbiamo dovuto affrontare. Questo in fotografia è l'ultimo cavallino affidato a una persona davvero speciale.
Facebook
Facebook
Facebook
Morgana e Nerina in collaborazione con Marco Vignali - SIH Italia
Back
Galleria dei minitrotter